Pagamento F24

Attraverso l’utilizzo dell’home banking legato al conto di pagamento CPP, sarà possibile disporre pagamenti di F24, definito anche “modello unificato”, che consente ai contribuenti, titolari e non titolari di partita IVA, di effettuare, con un’unica operazione, il pagamento degli importi dovuti relativi anche a più tipologie di imposte.

Il modello F24 permette di compensare i crediti del contribuente con ogni debito presente nel modello. E’ possibile inoltre anche il pagamento per conto terzi: dottori commercialisti, consulenti del lavoro e patronati possono compilare gli F24 dei propri clienti e addebitare gli importi sui loro conti correnti.

Il modello F24 consente il pagamento della maggior parte delle imposte, tasse e contributi come:

  • Imposte sui redditi (Irpef e Ires);
  • Ritenute sui redditi da lavoro e sui redditi da capitale;
  • IVA;
  • Addizionale regionale e comunale all’Irpef;
  • Imu, Tares, Tari e Tas;
  • Imposte sostitutive;
  • Addizionali regionali;
  • Tributi speciali catastali, interessi, sanzioni e oneri accessori per l’attribuzione d’ufficio della rendita presunta;
  • Tarsu/Tariffa e Tosap/Cosap, riservati ai Comuni che hanno stipulato un’apposita convenzione con l'Agenzia delle Entrate.

Inoltre il modello F24 viene utilizzato anche nei casi di:

  • Liquidazione e controllo formale della dichiarazione;
  • Avviso di accertamento;
  • Avviso di irrogazione di sanzioni;
  • Conciliazione giudiziale;
  • Ravvedimento.